mercoledì, 11/04/2012

The dark side of Pac-man shelf

Ve la ricordate la liberia a forma di Pac-man?

(pensate: è così famosa che mi sa che non l'ho mai postata)

Ora c'è la sua nemica naturale. Si compra qua.

 

| # | faking the books | I Commenti sono chiusi

martedì, 10/04/2012

Idee gratis che vi faranno diventare ricchi

Ricchi come i creatori di Instagram, appena comprati da Facebook per un miliardo di dollari?
(ma questo già lo sapete. Ieri sera ho sentito la notizia persino al GR2)

Può essere. Non escludo che la prossima idea vincente venga da Nonostartr, il generatore di idee insensate per start-up tecnologiche.

| # | oh my geekness, wild wild web | I Commenti sono chiusi

giovedì, 05/04/2012

Il tipo di cosa che mi piace

 

Glitchr, una pagina di facebook dedicata a rompere il lay-out di Facebook. Sullo stesso tema, 9 Tweets that break Twitter.

| # | asocial network, oh my geekness, wild wild web | I Commenti sono chiusi

mercoledì, 04/04/2012

Let’s play “Existensial crisis and dragons”!

[una delle cose più nerd che io abbia mai visto]

| # | oh my geekness | I Commenti sono chiusi

martedì, 03/04/2012

Impronte SpotPolitike

di

Un'ospite molto gradita torna stasera alle 19 a Impronte digitali, su radiocitta'fujiko: Giovanna Cosenza, Presidente della Magistrale in Semiotica dell'Università di Bologna, blogger e autrice di SpotPolitik. Perché la «casta» non sa comunicare (Laterza).

 

Comunicazione politica, di questo (s)parleremo con esempi e commenti sul perché la "casta" non è all'altezza di quello che dovrebbe essere suo compito basilare: parlare agli elettori e cittadini. Dal cerone e i trucchi pubblicitari di Berlusconi, passando per i "ragassi" di Bersani, gli inkazzi dipietristi,  il "lirismo" di Vendola, senza dimenticare un capitolo "Ma le donne? Dove stanno le donne?, e finendo con la carismatica sobrietà dello stile Monti.

 

Ci sarà da divertirsi. Intanto copio e incollo la quarta di copertina.

 

Che cos’è la SpotPolitik? È la politica che pensa che per comunicare basti scegliere uno slogan generico, due colori e qualche foto. Quella che riduce la comunicazione a uno spot televisivo. Di SpotPolitik hanno peccato tutti i partiti italiani con pochissime eccezioni. Gli anni dal 2007 al 2011 sono stati i peggiori in questo senso, ma non illudiamoci che sia finita: la cattiva comunicazione potrebbe sommergerci ancora. Riflettere sugli errori del passato può essere utile ai politici, per non caderci ancora; e a tutti noi per scoprire come sia stato possibile accettare (e votare) quella roba.

 

MP3 – IMPRONTE DIGITALI SpotPolitik

martedì, 03/04/2012

No future / No past

L'ultimo disco dei Cloud Nothings Attack on memory non è un disco che mette tutti d'accordo. Da un lato ci sono i vecchi fan affezionati al sound indie-rock abbastanza leggero delle prime produzioni della band, rimasti spiazzati e in parte delusi dalla svolta pesante e grezza che caratterizza il disco (si sente forte l'impronta di Steve Albini, che l'ha prodotto), mentre dall'altro c'è una discreta parte della critica (tra cui Pitchfork) che ha lodato la scelta controcorrente e apprezzato il nuovo corso della band. In tutto ciò, noialtri che ogni tanto ci troviamo dietro una consolle siamo sempre lì a chiederci se ci sia qualche pezzo adatto a essere ballato o genericamente proposto a una platea, e in questo caso, a parte Stay Useless (che ricorda gli Strokes meno patinati) caschiamo abbastanza male.

 

A metterci una pezza ci pensa our beloved pal from New York City Matte aka Plastic HealtH, che si è profuso in un remix un po' robotico dell'inno paranoico No future / No past, che apre il disco ed è anche il primo singolo estratto. Un po' di velocità in più ed echi krauti e spaziali e una mattonata che ricorda certe cose emo-hardcore della prima ora diventa buona, se non per la pista piena, quantomeno per l'apertura o la chiusura di una serata di quelle un po' alienate. Davvero niente male per uno che di mestiere fa l'avvocato. 

 

 

lunedì, 02/04/2012

Ed eccolo qua, il video dei Perturbazione con Arisa

Come già sapete se mi seguite su Twitter, sabato sera sul palco del Locomotiv dove i Perturbazione stavano suonando una data del tour per l'anniversario dei dieci anni del loro capolavoro In circolo (un concerto ENORME, peraltro) a un certo punto è comparsa Rosalba Pippa, in arte Arisa. Tra l'incredulità degli astanti (non erano note frequentazioni dell'interprete di Sincerità con il mondo indipendente), il bizzarro combo ha suonato una versione abbastanza spettacolare di La notte, il pezzo con cui Arisa è arrivata seconda al Festival di Sanremo di quest'anno, arrangiata come un tipico pezzo della band torinese con inedite sfumature che ricordano i migliori Stars.

La stessa Arisa ha poi raccontato che il pezzo era stato preparato per la serata dei duetti del Festival, ma all'ultimo minuto la politica delle case discografiche e dei direttori artistici non ha approvato la cosa (è stato invece scelto il duetto con Mauro Ermanno Giovanardi, già voce dei La Crus) e non se n'è fatto niente. La collaborazione è stata comunque registrata, ed uscirà prossimamente su iTunes. Io lì per lì ero un po' perplesso, ma devo ammettere che il pezzo di Arisa mi piaceva già da prima, e questa versione è ancora meglio. Qua sotto un video, che non si sente proprio benissimo ma che vi dà una buona idea di quello che vi siente persi.

 

[vi risparmio il racconto e l'imbarazzo di quando, dopo il concerto, nel backstage me l'hanno presentata. Cosa le dici, ad Arisa?]

 

 

venerdì, 30/03/2012

La indovino con dodici

Avete presente il classico gioco in cui gli altri partecipanti ti attaccano sulla fronte il cartellino con il nome di un personaggio da indovinare e tu devi fargli delle domande stile Indovina Chi (che richiedano quindi come risposta solo un Sì o un No) per riuscire a capire chi è il personaggio? La versione online di questo gioco, francamente incredibile, è Akinator: tu pensi a un personaggio, lui ti fa delle domande a cui tu rispondi sì o no e lui, invariabilmente, INDOVINA. Ho provato con Saviano, PJ Harvey, Walter White, Scilipoti, Elio, mi ha persino indovinato Maccio Capatonda con appena 13 domande, e sono riuscito a farlo sudare solo con Douglas Coupland (ha sbagliato due volte ma dopo 50 e passa domande ci è arrivato) e con il tizio di Will It Blend? (per cui ho dato un po' di risposte a caso ma lui dopo un paio d'errori ci è arrivato lo stesso). Fa paura quello che si può fare con un database enorme e un buon algoritmo di ricerca e apprendimento.

Provatelo, e la prossima volta che giocate coi cartellini sulla fronte, mi sa che non vi divertirete più come prima.

(grazie a Luca)

venerdì, 30/03/2012

Lana Del Cash

A sinistra, alcuni fotogrammi di “Sabbie mobili” di Marracash, diretto da Gaetano Morbioli. A destra, “Born to Die” e “Blue Jeans” di Lana Del Rey.

giovedì, 29/03/2012

Tambour

Altro che Guitar Hero e Rock Band, il futuro dei videogame musicali è in cose come Tambour, una lotta a colpi di ritmo che si può giocare (anche) con una batteria vera. Guardate il video e ditemi se non viene voglia di avere una batteria (anzi due) sotto mano anche a voi.

 

mercoledì, 28/03/2012

Un post che parla di Erlend Øye e Loredana Bertè

Vedo che risale alla scorsa Estate, ma me l'ero completamente perso e non mi pare di averlo visto segnalato in giro: Erlend Øye che canta E la luna bussò di Loredana Bertè in italiano (al NOT.Fest, di Noto, dalle parti di Siracusa) è una cosa da vedere.

Tra l'altro Erlend, che come è noto ha diversi amici in Italia ed è spesso dalle nostre parti (vi ricordate quando è entrato al Covo una sera in cui mettevo i dischi?) domenica farà un concerto gratuito  proprio a Siracusa («di cui è cittadino onorario», si legge sulla pagina Facebook dell'evento), in cui i partecipanti sono invitati a portare in dono «una ciambella, dolce o salata». La sa sempre lunga, il vecchio Erlend.

 

 

martedì, 27/03/2012

Serialmente, Impronte digitali

di

Frenesia, gran fotta, ganixedda. Son tutte parole che esprimono il nostro sentire comune verso le serie tv e i loro protagonisti. Bramiamo di sottotitolare, vedere e finalmente dibattere. Che è esattamente quello che faremo stasera alle 19 su radiocitta'fujiko con Chiara Lino, giornalista del Post che scrive recensioni di serie tv su Serialmente. "Opinioni non richieste sulle serie tv americane".

 

Vi confesso che nel mio ufficio ho fatto installare un cassetto di camicie inamidate, e intanto qui sotto il podcast.

 

MP3 – IMPRONTE DIGITALI Serialmente

 

| # | impronte digitali, tv series | I Commenti sono chiusi

lunedì, 26/03/2012

Pentrametron

Ovvero: un sito che produce in modo automatizzato sonetti composti coi tweet della gente. 

Amo il web e la gente con troppo tempo libero.

 

| # | asocial network, oh my geekness | I Commenti sono chiusi

venerdì, 23/03/2012

«Cosa vuoi fare nella vita?» «Suonare Over the rainbow con un organo fatto di gattini giocattolo»

[presented without comment]

mercoledì, 21/03/2012

Hallways

[Il mio pezzo pop preferito del periodo è di un gruppo di cui scordo sempre l'esistenza, ma che un grande pezzo a disco riesce a infilarlo ogni volta. Questa Hallways ha pure un video niente male (spoiler: ci sono degli scheletri che suonano e ballano), e secondo me questa Estate la balliamo anche. Cosa volere di più]

martedì, 20/03/2012

Impronte photodigitali

di

Questa settimana ci tuffiamo nella società dell'immagine. Non vi preoccupate, per evitare il pericolo della sociologia da divano, ci affidiamo a Sara Emma Cervo e al suo blog Volevo fare solo la photoeditor. Alle 19 ad Impronte digitali su radiocitta'fujiko.

 

Sara è una photoeditor di professione, nel blog personale sfoga la possibilità di scegliere e mostrare quello che le piace, con una semplice didascalia. Meglio di quanto avviene nelle principali testate online. "In Italia non viene data importanza alla fotografia nei quotidiani online". I photoeditor sono pochi, spesso nelle redazioni non ci sono o gli viene data poca importanza. E i fotografi non godono nemmeno del riconoscimento della firma sulle proprie pubblicazioni. All'esterno invece le fotonotizie hanno dignità pari a quella del giornalismo testo e video. Le rozze conseguenze sono sotto gli occhi di tutti: foto rubate, didascalie sbagliate, sgranature mostruose, gallery pruriginose acchiappa click.

 

Sara ci offre molte dritte, su dove e come sfogliare o condividere.

 

MP3 – IMPRONTE DIGITALI Volevo solo fare la photoeditor

| # | impronte digitali | I Commenti sono chiusi

martedì, 20/03/2012

Game of foams

Le saponette con gli stemmi delle casate di Game of Thrones si comprano su GeekSoap, un sito che, come dice il nome stesso, è specializzato in saponette a tema nerd, come quelle di Super Mario, della cartuccia della SEGA, del dado da venti o di Donkey Kong. Il tutto, peraltro, senza menzionare quasi mai i veri (e palesi) oggetti delle saponette per non incorrere in problemi di copyright. Ah, c'è anche il guanto da scrub di Cthulhu.

| # | oh my geekness, tv series, want it | I Commenti sono chiusi

lunedì, 19/03/2012

La migliore definizione di “settimana” che vedrete in tutta la settimana

(via)

| # | ahiku | I Commenti sono chiusi

venerdì, 16/03/2012

Chissà tra quanto andremo a dei concerti suonati tutti da robot

Credo mai: è molto, troppo, più facile far suonare tutto direttamente a un computer, cosa succede già, e non da poco tempo. Però questa versione del tema di James Bond suonata interamente da robot (quadrirotori o quadricotteri, per la precisione) è abbastanza incredibile.

 

giovedì, 15/03/2012

Arriveranno presto

E' un sacco di tempo che cerco le parole per parlare di Un meraviglioso declino di Colapesce, ma non mi vengono. E mi sono fatto l'idea che sia meglio così.

Il disco d'esordio di Lorenzo Urciullo in arte Colapesce, siracusano, già leader dei sottovalutati Albanopower, ha la potenza e la delicatezza di un piccolo miracolo troppo bello per essere vero, e non riesco in nessun modo a rendergli giustizia. Si insinua sotto pelle velocemente, forte di una scrittura già paurosamente matura, di arrangiamenti pieni e curatissimi e di una produzione assolutamente eccezionale che valorizza la qualità di 13 pezzi che sono già dei piccoli classici dopo appena una manciata di ascolti. Ha conquistato quasi tutti e raccolto un plauso unanime, e basta spingere play un paio di volte per capire il perchè.

Colapesce sarà al Covo di Bologna venerdì, e se ve lo perdete siete dei pazzi.

 

 

mercoledì, 14/03/2012

Spoiler Etiquette

di

Ah, spoiler. Possiamo metterci a discutere per settimane su cosa sia o meno uno spoiler e dove si possa tracciare la linea di confine tra ciò che va celato e ciò si può discutere pubblicamente di una serie tv, in corso o terminata. Ma ci sarà sempre qualcuno che violerà questo tacito accordo, causando litigi e disagio sociale.

    

Per combattere questa terribile piaga contemporanea, gli attori di alcune popolari e/o amatissime serie tv (True Blood, The Wire, Battlestar Galactica, Walking Dead, Dexter, Heroes) si sono riuniti in un PSA sotto l'egida di College Humor (leggi: non è una cosa seria) per proporre finalmente una Official Spoiler Etiquette.

 

Attenzione. Contiene spoiler.

 

 

[per la precisione: i "veri" spoiler contenuti nel video riguardano la fine della terza stagione di The Wire e la fine della quarta stagione di Dexter]

mercoledì, 14/03/2012

Caducità (the present inside the past)

(Un mashup oggi, anche se risponde al pensiero inconscio di canticchiare i Boards Of Canada sul nuovo singolo degli Offlaga Disco Pax, è molto simile ai ripetuti racconti dei nonni, solo che i nipoti in questo caso non ci sono)