gaming

domenica, 23 12 2012

A blocky Xmas

Natale è anche potersi permettere di passare mezzo pomeriggio sul divano per giocare (e finire) A blocky Christmas, un bel puzzle game «calamitato» che vi farà sputare un po' di sangue (soprattutto con l'insidioso livello 12) ma che ha il giusto equilibrio tra difficoltà e giocabilità.

E, da bravo gioco stagionale, come vedete nello screenshot qua sotto alla fine vi fa pure gli auguri.

 

lunedì, 01 10 2012

Sai posizionare su una mappa tutti gli stati degli USA?

Io, più o meno, sì. Ho sorpreso anche me stesso con un punteggio così elevato, ma al contempo ne sono fierissimo, quindi mi sento costretto a condividere con voi il risultato che ho raggiunto (al primo tentativo) nello US State matching game.

mercoledì, 12 09 2012

Sapevo che l’avrebbero fatto: The Wire in versione RPG a 8 bit

La rubrica di CollegeHumour è ormai un genere a sè stante, e dopo Game of thrones (2 volte), Breaking Bad, Dr. Who, Battlestar Galactica e Jersey Shore si sentiva la mancanza della serie tv più bella di tutti i tempi tra quelle che sono passate sotto il trattamento che le trasforma in ipotetici videogiochi RPG a 8 bit.

Come al solito qualità altissima, ripescaggi geniali (la mitica scena in cui l'unica battuta è «Fuck») e spoiler (anche se sono divisi per stagioni, quindi è facile fermarsi dove si è arrivati). Uno spettacolo.

 

lunedì, 03 09 2012

Give up

Si chiama Give Up ma potrebbe chiamarsi anche con un'imprecazione a caso, visto quante ne lancerete giocandoci. Si spaccia per un giochino sulla resa e sul rimpianto, ma se vi rimanete impigliati vi sarà chiaro che invece il tema è ben diverso: la frustrazione.

giovedì, 24 05 2012

Draw Something but Ignore Hitler

Chiunque abbia uno smartphone o un tablet e non viva su Marte (o a Monti) già conosce e ama Draw Something, la app simil-Pictionary che da mesi spopola in tutto il mondo. Io sono un cane a disegnare e sono ancora peggio su un touch-screen, quindi mi diverto un sacco (ed è probabilmente anche la mia pochezza a divertire gli amici che mi sfidano). E mi divertono cose folli come Ignore Hitler, il progetto assolutamente insensato che il suo autore descrive così: «I draw unrelated furers on Draw Something». Se non ci vedete brutti riferimenti nazistofili (io, forse a torto, non ce li vedo: mi sembra semplicemente iconografia pop) è una di quelle piccole cose stupide che ti danno la dipendenza. Ed è ancora meglio quando diventa meta.

 

martedì, 17 04 2012

Snowball

Nei giorni scorsi ho ricevuto via interposta persona una lamentela di un mio giovane lettore che mi rimproverava perchè ultimamente su queste pagine posto troppo raramente dei giochi. Cerco di rimediare segnalandovi Snowball, notevolissimo flipper pixelato talmente ricco e complesso che per certi versi sembra quasi un platform. Davvero niente male.

venerdì, 30 03 2012

La indovino con dodici

Avete presente il classico gioco in cui gli altri partecipanti ti attaccano sulla fronte il cartellino con il nome di un personaggio da indovinare e tu devi fargli delle domande stile Indovina Chi (che richiedano quindi come risposta solo un Sì o un No) per riuscire a capire chi è il personaggio? La versione online di questo gioco, francamente incredibile, è Akinator: tu pensi a un personaggio, lui ti fa delle domande a cui tu rispondi sì o no e lui, invariabilmente, INDOVINA. Ho provato con Saviano, PJ Harvey, Walter White, Scilipoti, Elio, mi ha persino indovinato Maccio Capatonda con appena 13 domande, e sono riuscito a farlo sudare solo con Douglas Coupland (ha sbagliato due volte ma dopo 50 e passa domande ci è arrivato) e con il tizio di Will It Blend? (per cui ho dato un po' di risposte a caso ma lui dopo un paio d'errori ci è arrivato lo stesso). Fa paura quello che si può fare con un database enorme e un buon algoritmo di ricerca e apprendimento.

Provatelo, e la prossima volta che giocate coi cartellini sulla fronte, mi sa che non vi divertirete più come prima.

(grazie a Luca)

giovedì, 29 03 2012

Tambour

Altro che Guitar Hero e Rock Band, il futuro dei videogame musicali è in cose come Tambour, una lotta a colpi di ritmo che si può giocare (anche) con una batteria vera. Guardate il video e ditemi se non viene voglia di avere una batteria (anzi due) sotto mano anche a voi.

 

mercoledì, 22 02 2012

Triple Town

Il premio di droga-brucia-tempo-libero della settimana se lo guadagna in pieno Triple Town, diabolico giochino che all'inizio sembra quasi una roba da bambini, ma dopo un po' si rivela un gioco di strategia per niente banale con un altissimo tasso di compulsività. Pressochè impossibile spiegarne la dinamica (bisogna affiancare tre oggetti uguali in modo da farli trasformare nell'oggetto di livello successivo, sopportando l'invasione di orsetti assasini e facendo crescere il proprio villaggio senza riempire mai completamente la mappa), vi basti sapere che si sa quando si comincia ma non si sa quando si finisce.

Online lo trovate solo come gioco su Facebook o Google+, ma io ho giocato alla versione per iPhone (c'è anche per Android) che a quanto capisco differisce dalle prime anche perchè la versione gratuita consente solo un numero limitato di 'mosse' al giorno, a meno di non essere molto bravi e continuare a guadagnare monete 'comprandosi' altri turni. Insomma: non sborsi un euro e hai anche un'ulteriore sfida nella sfida. E un modo per contenere la dipendenza.

mercoledì, 18 01 2012

Kingdom Addiction

Kingdom Rush ve l'ho già segnalato un po' di mesi fa, lo so. Oltre a tesserne le lodi (non abbastanza, però), già allora profeticamente prevedevo che, a differenza di quanto succede di solito, sarei stato costretto a continuare a giocarci finchè non l'avessi finito. Che è esattamente quello che è successo, diluito nel corso dei mesi. E Kingdom Rush è talmente bello e giocabile che ho finito pure per acquistare il premium content (3 dollari per 2 nuovi livelli e un po' di altri bonus; sounds like a deal), e per finirlo in tutte le modalità e con tutte le varianti possibili.  Prima di Natale è uscita la versione per iPad e gli sviluppatori sono già al lavoro su un sequel. Io ho già la scimmia ADESSO.

giovedì, 12 01 2012

Nativi digitali e retrogaming

Io quando ho visto il video di Wired.it che per la sua serie Crash Test ha fatto provare un Nintendo NES a due bambini di 10 anni un po' mi sono commosso.

 

 

giovedì, 22 12 2011

Wonderputt

Potrebbe essere il più bel gioco di minifgolf online a cui abbiate mai giocato, ma sicuramente è il più psichedelico: Wonderputt è molto ben fatto ma soprattutto ha piste e schemi completamente assurdi. Ideale per i pomeriggi un po' allucinati di cibo e alcool delle feste prossime.

lunedì, 19 09 2011

1001 videogiochi da non perdere

Come già sapete, anche se su queste pagine linko (relativamente) spesso giochi in Flash non frequento molto il mondo dei videogiochi. A parte partite di qualche minuto online o sull'iphone non gioco mai, e non possiedo più una console da quando una ventina di anni fa ho dismesso il mio Game Boy. So però che tra voi ci sono molti cultori del settore, a cui certamente interesserà l'uscita di 1001 videogiochi da non perdere, librone di quasi mille pagine scritto da Tony Mott (già caporedattore della bibbia videoludica inglese Edge) che, come dice il titolo stesso, illustra i giochi più belli di tutti i tempi che ogni buon videogiocatore non può non conoscere. L'edizione italiana tra l'altro è curata da Andrea Dresseno dell'Archivio videoludico della Cineteca di Bologna (che abbiamo intervistato un paio di volte in radio) quindi c'è una ragione in più per essere convinti dell'imprescindibilità dell'opera. Dal comunicato:

Interattività, divertimento, sfida… In pochi decenni i videogiochi hanno conquistato l’immaginario del pubblico e cambiato per sempre l’industria dell’intrattenimento. L’influenza dei videogiochi si è ormai estesa al cinema e alla televisione, che sempre più spesso ne imitano i modelli e ne prendono in prestito i personaggi. Sono in molti, inoltre, a scommettere sulle potenzialità del nuovo medium in campo pedagogico e formativo. Ma quali videogiochi sono davvero imprescindibili? Quali sono i titoli più innovativi? Quali i più imitati? E quale tipo di videogiochi si sta diffondendo oggi in rete? 1001 videogiochi da non perdere è una guida illustrata ai migliori giochi elettronici di tutti i tempi, dagli ormai classici Space Invaders, Asteroids e Pac-Man ai più recenti Halo, Gran Turismo e Resident Evil. Dalla grafica elementare dei primi titoli che hanno fatto la fortuna di marchi come Atari, Sinclair e Commodore alle console di giganti come Microsoft, Nintendo e Sony, fino alle recenti applicazioni per smartphone, il libro passa in rassegna i giochi che hanno incontrato il favore del pubblico e il plauso della critica, i capisaldi e le gemme nascoste di un genere di intrattenimento sempre più diffuso e apprezzato.

giovedì, 25 08 2011

Non cliccate qui

Lo so benissimo che non dovrei. Sto ammazzando il tempo in una pigra e caldissima serata tardoestiva navigando qua e là tra siti, blog e social network, sentendomi un po' in colpa perchè sto spendendo le ore così invece che in un'occupazione più nobile come un libro, un film o financo una serie tv; ed ecco che mi imbatto in un giochino in flash, e in qualcuno che ne tesse le lodi e mette in guardia dalla dipendenza che dà. E io lo so che non dovrei, eppure ci clicco. Sempre. E mi accorgo un paio d'ore dopo che sono volate. (e non l'ho ancora finito) (e mi sto divertendo un sacco) (quindi ce ne perderò ancora altrettante)

 

Questa sera è stato il turno di Kingdom Rush, l'ennesimo tower defense fatto da dio con una giocabilità eccezionale che non ti fa annoiare per la sua facilità nè ti frustra subito per la sua difficoltà, facendo leva sull'immaginario fantasy che non può che compiacere ogni buon nerd e sulla disponibilità di un sacco di opzioni di personalizzazione. Non sarà stasera (forse), ma temo che sarò costretto ad arrivare alla fine. Non cliccate, please.

mercoledì, 20 07 2011

Sapresti giocare a Tetris al contrario?

Più che un gioco, Untris è un esercizio di stile. Non si può che descriverlo come «Tetris al contrario»: data una configurazione di blocchi, sapresti tornare al piano vuoto facendo risalire i pezzi che il sistema ti indica? Virtualmente impossibile, ma più divertente di quanto sembra. Non ho controllato, ma anche la musica è quella di Tetris, al contrario.

 

lunedì, 11 07 2011

Un Tower Defense al contrario

L'avevo intravisto la settimana scorsa da Giavasan ma non avevo avuto il tempo di provarlo. Tra un tuffo e l'altro nel weekend mi sono un po' messo in pari, e, come previsto, sono caduto vittima di Villainous, diabolico giochino in flash che prende il classico principio dei Tower Defense (posiziona le tue torri / truppe / armate / scimmiette assassine, ecc in modo da fermare l'invasione e non essere colpito) e lo ribalta: qui devi controllare le truppe che invadono, scegliendole attentamente tra le opzioni disponibili, potenziandole e saccheggiando quanti più villaggi possibile. Un gioco ricchissimo, non esattamente facile ma dannatamente divertente, se non avete tempo libero non vi conviene cliccare.

mercoledì, 15 06 2011

The Invisible Hand

di

 

Un videogioco sul commercio equo e solidale. Si chiama "The invisible hand", è prodotto a Bologna dalla Koala Games (quella di Facciamo un videogioco). Progetto molto interessante con cui a Impronte digitali abbiamo giocato e parlato con Maddalena Cattani, che per la ong Reggio Terzo Mondo ha seguito fase di progettazione e ora di diffusione/promozione. Il ruolo delle organizzazioni è stato cruciale nel rendere più reale e interattivo la trama che infatti segue tutta la filiera della produzione: coltivazione, accordi con distributori e arrivo nelle botteghe eque di tutto il mondo.

 

L'intento educativo è palese, "The invisible hand" è pensato per studenti e ragazzi. Ma anche noi ottuagenari ci siamo divertiti molti, oltre tutto si può scaricare direttamente online tramite donazione libera, che va poi reinvestita nei progetti delle ong coinvolte. Buon divertimento!!

 

 

IMPRONTE DIGITALI – The Invisible Hand

mercoledì, 25 05 2011

Far Game 2011

di

Torna per la seconda edizione del Festival Far Game, due giorni di riflessione e gioco dedicata al videogame. Dal 27 al 28 maggio a Bologna insieme all'Archivio Videoludico Ieri ne abbiamo parlato su radiocitta'fujiko  con i due ideatori e organizzatori Matteo Lollini e Andrea Dresseno.  

 

MP3 – IMPRONTE DIGITALI Far Game 2011

 

 

Il programma completo lo trovate qui, ma tra gli eventi da non perdere segnaliamo: la presentazione di L.A. Noire, nuovo attesissimo gioco della Rockstar Games, l'omaggio a The legend of Zelda e il consueto  "Eat & Play", evento gastronomico con piatti ispirati ai videogiochi, l'anno scorso abbiamo assaggiato SuperMario. Mentre tra gli ospiti Giovanna Cosenza (Università di Bologna), Riccardo Luna (Wired), Ivan Venturi (The Invisible Hand, gioco equo e solidale), Paolo Pedercini (Molleindustria)

martedì, 03 05 2011

Multitask 2

Se vi dico che il mio record nel giochetto malefico Multitask 2 è di una cinquantina di secondi, siete invogliati a provarlo? In fin dei conti cosa sono 50 secondi, una breve pausa e poi via, giusto per vedere che roba è, dall'immagine qua sopra sembra così strano..

[e fu così che perse mezza giornata. Uomo avvisato]

(via)

venerdì, 22 04 2011

Paradiso per nerd, una definizione

Ha avuto un certo successo in rete, quindi forse nei giorni scorsi questa vignetta del solito ineffabile XKCD l'avete già vista anche voi:

 

 

Quello che forse non avete visto, però. è che a tempo di record Gud Magazine si è fatto ispirare dalla vignetta e ha effettivamente realizzato una versione di Tetris in Flash che funziona nello stesso modo. Aspettate il tetramino irregolare, e godete. 

 

lunedì, 07 03 2011

Monday gaming: Solipskier

Facciamo come ai vecchi tempi e cerchiamo di esorcizzare l'inizio di una nuova settimana con un additivissimo giochino in flash. Si chiama Solipskier, ha un funzionamento semplicissimo e una curva di apprendimento tanto rapida quanto è rapido ad arrivare l'impulso irrefrenabile di fare un'altra partita e di riuscire a battere il proprio record. Io sono arrivato intorno ai due milioni di punti ma sono sicuro di poter fare meglio (ecco, vedete?). Fate click e vedrete.

[c'è anche in versione per iPhone e Android, per portarsi la dipendenza anche in mobilità]

mercoledì, 09 02 2011

Angry board birds

Il più celebre gioco per App Store diventa un gioco da tavolo.

[io però continuo a preferire Cut the rope]

lunedì, 01 11 2010

Corporate climber

Approfittando del dì di festa riesumo il monday gaming, ma solo per poi postare un giochillo di argomento lavorativo che racconta la scalata di un Corsporate climber dalle fogne alla vetta. Pixel delight.

giovedì, 30 09 2010

The ultimate combo

The Ultimate combo, di David Soames. Poster in vendita qui

venerdì, 10 09 2010

They did it again

Dopo Tetris e Space Invaders, quei pazzi di Not so noisy l'hanno fatto di nuovo: stavolta il retrogame a subire il trattamento del loro stop motion umano è Pac-man. Sempre più difficile, siore e siori.