martedì, 05/02/2013

Impronte biologico computazionali

di

dna scopertaCome vengono studiate le malattie in modo tecnologico? Con la biologia computazionale, ad esempio, che sfrutta le capacità di calcolo dell'informatica per analizzare un numero incredibile di dati su come il corpo umano reagisce a cure e malanni. Una storia che ci ha raccontato ieri su radiocitta'fujiko, Christine Nardini che lavora all'Accademia delle Scienze di Shanghai.

 

Attraverso i risultati del sequenziamento del DNA, Christine e il suo gruppo di lavoro si occupano di verificare come certe malattie possono essere curate con l'agopuntura (qui per saperne di più). Un progetto molto affascinante e futuristico, che come sentirete nel podcast qui sotto Christine spiega in modo semplice e coinvolgente.

Abbiamo imparato moltissime cose su come funziona la ricerca medica, come si lavora in Cina e capito finalmente qualcosa di più su DNA e agopuntura.

 

MP3 IMPRONTE DIGITALI – Christine Nardini

 

Una puntata speciale, grazie anche alla collaborazione tra Impronte digitali e Exbo, il network di bolognesi espatriati all'estero che mantiene un legame affettivo e professionale con la città. Anche Christine ne fa parte, e nelle prossime settimane sentirete altre Impronte internazionali.

Un commento a “Impronte biologico computazionali”:

  1. […] Continua la collaborazione tra Rete Exbo e la trasmissione radiofonica Impronte Digitali, di Radio Città Fujiko: ospite della puntata del 4 febbraio è stata Christine Nardini, per raccontare antichità e contemporaneità dell’agopuntura. Un viaggio divertente e inaspettato su come la tecnologia studia e cerca di appropriarsi delle tecniche più antiche. Potete ascoltare qui il podcast: http://www.inkiostro.com/2013/02/05/impronte-biologico-computazionali/ […]

Commenta

Connect with Facebook