venerdì, 06/07/2012

Passammo l’Estate su una spiaggia solitaria (#arriverannopresto)

Mentre qua sudiamo per finire in tempo le ultime incombenze lavorative prima della Notte Rosa (per la Maratona Anni '90 dell'Hana-bi, vi ricordo), ieri sera sul palco del Bolognetti Rocks è salito Lorenzo Urciullo in arte Colapesce, già autore del migliore esordio italiano dell'anno. Nonostante nella dimensione live abbia ancora ottimi margini di crescita, il concerto è stato molto bello, e circa a metà è stato impreziosito da una bella cover di Summer on a solitary beach, il pezzo che apre La voce del padrone di Franco Battiato. La cover funziona da presentazione per Arriveranno presto, il festival della 42 Records che avrà luogo questo sabato a Roma (al Supersanto's di Piazzale del Verano), in cui Colapesce suonerà due volte: sul palco acustico con Meg (con cui ha recentemente duettato su una gorgheggiatissima versione di Satellite) e poi sul palco principale dove eseguirà per intero il suddetti capolavoro di Battiato. Se siete in zona  vi consiglio proprio di andarci, tanto quella sera in città non mi pare ci sia nient'altro da fare.

Tornando a Summer on a solitary beach, visto che c'ero ho fatto una cosa che non faccio mai, registrare un video; non si vede quasi niente, ma l'audio non è niente male. La voce che si sente più volte canticchiare il pezzo (la sentite bene all'inizio) è di Max Offlaga. Il piede che batte ostinatamente il tempo e fa ballare l'inquadratura invece è il mio.

 

 

Commenta

Connect with Facebook