venerdì, 19/02/2010

Fumettologicamente and other good stuff…

di

Jean-Claude Denis, Qualche mese a l’Amelie, Coconino, 17 euro

A cinquant’anni di età, lo scrittore Aloys Clark è un uomo finito. Il suo libro più apprezzato è ormai storia passata, e l’ultima cosa buona scritta non la ricorda. In preda alla depressione, seguita alla morte del padre, comincia a girare la Francia, tra biblioteche e centri culturali, per parlare di letteratura, ma questi incontri assumono il carattere del fallimento più completo. Poi la svolta. Tra gli scaffali polverosi della sua vecchia libreria, ritrova un volume dal titolo emblematico: “Le coucou”, a firma Jacques Dorian, fino ad allora ignorato. In questo testo autobiografico si respira la gioia di vivere e questa sarà la spinta che convincerà Aloys a seguire le tracce del suo autore. Alternando passato e presente, con rara leggerezza, Denis introduce il tema dell’amore e dell’incontro che segna in maniera indelebile le sue opere. Il volume comprende il racconto La bellezza a domicilio che indaga ed esalta, a confermare la vocazione dell’autore, i temi che lo hanno fatto conoscere ed apprezzare in tutto il mondo.

Will Eisner, Life in Pictures, Einaudi, 24 euro

"Il disordinato armadio in cui ho cacciato i fantasmi del mio passato".
Così Eisner stesso definì le cinque storie a carattere autobiografico che scelse personalmente per questa raccolta. Da "Il sognatore" (1986), la storia di un giovane artista che fa il suo ingresso nel mondo del fumetto prima della Seconda Guerra mondiale a "Fin nel cuore dell’uragano" (1990) il racconto dell’infanzia e degli anni giovanili dell’artista in un’America in cui il pregiudizio antiebraico era ancora fortissimo. Fino a "Il nome del gioco" (2003) e "Il giorno che diventai professionista" (2003), due delle ultime storie disegnate da Eisner.
Nell’introduzione, Scott McCloud scrive che: “In questa raccolta ci sono aspetti del Will Eisner che non conoscevo: il pregiudizio che dovette sopportare, e i disastrosi cambiamenti mondiali che invadono i suoi sogni in Verso la tempesta; il lato amaro e disperato della natura umana di cui è testimone in Le regole del gioco e in Tramonto a Sunshine City; i primi tempi dell’industria del fumetto e dei suoi abitanti portati in vita in Il sognatore e in Il giorno in cui divenni un professionista. Ci sono un sacco di cose che non mai saputo di quest’uomo, ma quello che ho visto ha cambiato la prospettiva che avevo sulla vita e sull’arte, e quella prospettiva ha cambiato tutto quello che è venuto dopo.”



Koren Shadmi, Anatomia del desiderio, Double Shot, 10 euro

Dopo il successo di In carne e ossa (vincitore a Lucca Comics & Games 2008 del Gran Guinigi per la miglior storia breve), ecco una nuova antologia di racconti scritti e disegnati da Koren Shadmi. Otto storie in cui il pennello dell’autore israeliano viviseziona i sentimenti umani e i rapporti interpersonali con il suo tratto nitido e affilato."Un caleidoscopio di situazioni emotive, un’antologia di biografie problematiche, un saggio di come si può fare fumetto moderno, finalmente a disposizione anche dei lettori italiani”. (Michele Ginevra).



Isabel Kreitz, La storia di Sorge, Black Velvet , 16,30 euro

Nessuna spia del Ventesimo secolo è avvolta da un’aura di leggenda come il giornalista Richard Sorge. In realtà era un agente al servizio di Stalin infiltrato presso l’Ambasciata tedesca a Tokyo, che nel 1941 pronosticò la data esatta dell’invasione dell’Unione Sovietica da parte della Wehrmacht. Stalin tuttavia ignorò le preziose informazioni del suo uomo e di fatto non intervenì per scongiurare quella che sarebbe passata alla Storia come Operazione Barbarossa. In questo avvincente romanzo a fumetti Isabel Kreitz racconta, con il suo stile minuzioso ed evocativo, le ultime gesta dell’agente segreto Richard Sorge, in bilico fra trionfo e sconfitta, la cui ambizione di cambiare il destino della Storia dovette scontrarsi con la dura e spietata realtà di un mondo che non sembrava prenderlo in considerazione.


Tove Jansson, Moomin, Black Velvet

E’ una notizia dell’ultimo minuto che la Black Velvet pubblicherà in esclusiva per l’Italia i fumetti della celebre disegnatrice finlandese. Se ancora non conoscete i morbidosi amati dai bambini del nord europa ecco l’occasione per tuffarsi a capofitto in un mondo fatto di nuvolette su cui saltare come su tappeti volanti, teatri galleggianti e disastri atmosferici che fanno solo ridere.

Per tutti i comics addicted segnalo l’apertura da pochi giorni di “Fumetto logicamente il blog di Matteo Stefanelli pieno di cose interessanti e ricordo che dal 4 al 7 marzo a Bologna riapre BilBolBul.


2 Commenti a “Fumettologicamente and other good stuff…”:

  1. utente anonimo scrive:

    darò un’occhiata anche io.

  2. utente anonimo scrive:

    Grazie Peggy, i tuoi consigli sono sempre molto apprezzati da queste parti!
    Domani vagherò per librerie e fumetterie.

    ildrG

Commenta

Connect with Facebook